Water, Colour And Life On Earth

Acquarelli e Parole per un Pianeta Sotto Assedio

Punteggio complessivo

Importanza artisti

Curatela e contesto

Trasporti e ingresso

Immagine di  Water, Colour And Life On Earth

Artisti David Firmstone, Joseph Zbukvic, David Parfitt, Franco Dugo, Doug Lew, Thomas Schaller, Richard Bolton, Will Maclean, Francisco Castro, Keiko Tanabe, Naomi Tydeman, Silvia De Bastiani, Barbara Nechis, Ugo Riva, Tony Smibert, Angus Mcewan, Pierantonio Tanzola, Marian Leven, Ottorino De Lucchi, Salvo Scafiti

Curatori Marco Fazzini

L’acquarello è per sua natura leggero e precario, sensibile ai cambiamenti di temperatura, luce e umidità, dimostrando che ciò che un artista produce con questa tecnica esiste come all’interno d’un microcosmo. I pigmenti dell’acquarello, in origine derivati da rocce e da altri elementi naturali, sono direttamente connessi agli elementi della Terra. L’acqua, quale elemento centrale di questa tecnica pittorica, fluisce sulla carta dell’artista come farebbe un ruscello o una goccia d’acqua, o come s’alza una marea tra sponde, rocce e spiagge. Questo microcosmo richiede una speciale attenzione da parte dell’artista e, come la Terra stessa, possiede una sua particolare fragilità. Le 28 opere in mostra evidenziano non solo la stretta connessione dell’acquarello con i suoi elementi costitutivi, ma anche l’importanza del gesto artistico quando riflette il funzionamento sottile del nostro cosmo. Visto da questa prospettiva metaforica, l’acquarello ci chiede di riflettere sulla distruzione dell’armonia del nostro pianeta, e chiede agli artisti di considerare la loro visione estetica e morale sulla preservazione degli habitat terrestri e sul patrimonio del nostro pianeta Terra.